venerdì 15 aprile 2011

Succede a Milano

 Forse può suonare bislacca la scelta di inaugurare il mio nuovo blog sulla mia vita da expat con un post su Milano, ma passatemelo, in fondo la nostalgia che tinge di colori morbidi il nostro Paese o la nostra città di provenienza è anche sintomatico dell'espatrio, no?
E poi..

E poi son piombata (nemmeno tanto per caso) a Milano proprio nella settimana del salone del Mobile e quindi del Fuori Salone. In realtà non ho nè il tempo, né le energie per lunghi tour da design addicted, quindi ho dovuto effettuare una selezione drastica. Sugli eventi dedicati ai bimbi ho parlato qui. Per il resto la mia scelta è ricaduta sulla zona Lambrate-Ventura, e devo dire che è stata una piacevole sorpresa!
Succede infatti che fai una scorciatoia e ti trovi nel mezzo del nulla e scopri che a due passi (due di numero, eh?!) dalla fermata della MM Lambrate razzolano delle galline!
 Succede che il recupero architettonico delle vecchie fabbriche e il processo di gentryfication avviato nella zona ha dato vita ad angoli e cortiletti di cui ti innamori (e case/loft dai prezzi inavvicinabili)..



Succede di scoprire un bel lampadario fatto con una ex bombola di gas. Collane e scarpe tutte colorate fatte con la plastica riciclata. Una panchina portatile. Delle lamapade poetiche incastonate nei soffioni, quelli che si trovan nei prati a primavera. Progetti per l'orto sul terrazzo.

Succede anche di accorgersi con orrore che la batteria della tua macchina foto ti abbandona sul più bello e tediarvi con orride foto fatte col cellulare...
In generale quello che più mi è piaciuto di questo scorcio di Fuori Salone son stati tutti i progetti basati sulla filosofia del di riuso e recupero (se vi interessa guardate il blog di reFILE).  Vasi di fiori creati con la gomma delle ciabatte flip flop. Allegrissime barchette create a partire da confezioni di schampoo, detersivi ecc. tavoli, lampade, mobili costruiti a partire da bottiglie di vetro.  Una lampada appendiabito fatta con la carta della famosa ditta di spedizioni fed-ex.



 E infine due idee di cui mi son innamorata. Uno: il bar in cui si fanno le torte al momento. Io dell'immagine colorata di quell'omino in cima alla scala che sbucciava mele per una apple pie mi son invaghita, se poi considerate questo delizioso profumo di torta della nonna in questo immenso capannone industriale... Due: i vasetti pensili, facilissimi da realizzare e secondo me carinissimi.
Ci sarebbero anche due chicche, una per poeticità l'altra per la genialità dell'idea, ma su questo mi riservo un post dedicato...

Ah, benvenuti nel mio nuovo blog, seguitemi se vi va!

4 commenti:

  1. belle idee!! io sto pensando a come utilizzare tutti quei contenitori di latta del latte in polvere, mi sa che se mi gira me li porto in terrazza e ci pianto qualcosa dentro. se trovo il colore magari le dipingo, non si sa mai.
    e allora buona inaugurazione ;) io ci sono!

    RispondiElimina
  2. @Maaleeesh: grazie, alcune conto di riprodurle! :-)

    RispondiElimina
  3. @SElena: ho visto una vernice eco opaca con cui secondo me si può colorare/ricoprire di tutto con risultati esteticamente davvero allettanti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...